IL SIMBOLISMO DELLA ROTONDA DI SAN LORENZO IN MANTOVA (Antonio G. Fucilone)

ARTI

1 Ottobre 2019


Il simbolismo della rotonda di San Lorenzo in Mantova

  

(Antonio G. Fucilone)

 

Da appassionato di storia dell'arte, voglio parlarvi del simbolismo della Rotonda di San Lorenzo, chiesa romanica a pianta circolare che si trova a Mantova, in Piazza delle Erbe.

Essa fu realizzata nel 1083, sulle rovine di un tempio romano dedicato a Diana Lucifera.

La tradizione la attribuisce a Matilde di Canossa (1046-24 luglio 1115).

Come ho scritto, questa chiesa ha delle particolarità.

Essa è a pianta circolare.

Le chiese a pianta circolari hanno una simbologia particolare.

Già in epoca romana e nella prima epoca cristiana si facevano edifici a pianta circolare.

Un esempio ancora oggi visibile è la Tomba di Galerio, che si trova a Salonicco, la città greca che si chiamava Tessalonica.

Galerio (250 DC-5 maggio 311 DC) fu uno degli imperatori romani durante la tetrarchia, dal 293 alla morte.

Il suo mausoleo fu trasformato in una chiesa dedicata a San Giorgio per volere dell'imperatore Teodosio I (11 gennaio 347-17 gennaio 395).

Durante il periodo della dominazione ottomana (1430-1912) l'edificio fu usato come moschea.

Il moncone del minareto testimonia ciò.

Un altro esempio visibile è il Mausoleo di Santa Costanza a Roma. Questa chiesa fu fatta costruire da Santa Costanza (318-354) che fu la figlia dell'imperatore Costantino I.

La chiesa fu di proprietà imperiale e, dopo essere stata usata come battistero della vicina Basilica di Sant'Agnese fuori le mura, divenne una chiesa indipendente nel 1254, per volere di Papa Alessandro IV. 

Questa chiesa ebbe una funzione meditativa, come tutte le chiese a pianta circolare. 

Al contrario, le chiese a pianta basilicale sono luoghi in cui si fanno processioni.

Guarda caso, molte messe solenni iniziano con una processione in chiesa in cui si portano la croce ed i testi liturgici. 

In particolare, questa pratica è in vigore nelle messe celebrate nelle cattedrale. 

Inoltre, le chiese a pianta circolare e quelle a pianta ottagonale si rifanno all'Anastasis del Santo Sepolcro e alla Moschea della Cupola della Roccia di Gerusalemme.

Quest'ultima si trova in luogo del Tempio che fu distrutto dai Romani capeggiati da Tito nel 70 DC.

Questo certifica il legame di queste chiese con l'Ordine dei Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis, i Cavalieri Templari.

Guarda caso, note chiese templari sono a pianta circolare.

Basti pensare alla Temple Church di Londra, alla chiesa del Convento dell'Ordine Cristo di Tomar (in Portogallo) e alla Rotonda di Montesiepi, in Provincia di Siena.

Queste chiese sono tutte le legate ai Cavalieri Templari.

Per esempio, la Temple Church di Londra fu in mano ai Cavalieri Templari fino al 1307.

Dopo la soppressione dell'ordine, avvenuta nel 1312 per mano di Papa Clemente V e per volere del re di Francia Filippo IV Capeto, la chiesa passò all'Ordine di Malta, che la tenne fino al 1540, anno in cui re Enrico VIII soppresse quell'ordine in Inghilterra e la confiscò.

Anche la Rotonda di San Lorenzo potrebbe essere legata quell'ordine monastico-militare.

Anzi, le probabilità di ciò sono molto forti, dato che l'edificio si trova vicino alla Basilica di Sant'Andrea, il luogo in cui vi è il Preziosissimo Sangue di Cristo, che ancora oggi,  per qualcuno, sarebbe il vero Santo Graal.

Qui vi sarebbe un'altra teoria, secondo cui le chiese a pianta circolare rievocherebbero nella forma un catino o un calice.

Una particolarità della Rotonda di San Lorenzo è il numero dei pilastri, che sono dieci.

Nella tradizione religiosa, il dieci (10) è il numero dei Comandamenti che Dio diede a Mosè.

Ora, la particolarità delle chiese a pianta circolare sta anche nel numero di pilastri.

Per esempio, la Temple Church di Londra ha sei pilastri.

Unendo idealmente i pilastri si vede una Stella di Davide.

La chiesa di Tomar ha otto pilastri.

L'otto simboleggia l'Infinito.

Dunque, la simbologia abbonda.

La storia della Rotonda di San Lorenzo non fu sempre felice.

Nel 1579, la chiesa fu soppressa per volere del duca Guglielmo Gonzaga (24 aprile 1538-14 agosto 1587).

Di tale soppressione tratta anche il volume secondo della "Cronaca Universale della Città di Mantova" di Federico Amadei, in questo modo:

"Notai all'anno 312 lo diroccamento in Mantova de' templi profani agli idoli, attesa conversione dell'Imperadore Costantino. ed allora feci menzione di quello denominato la Rotonda, il quale fu cangiato in chiesa dedicata al martire S. Lorenzo. 

Ora nel corrente anno (1579) essendo informato il duca che gli uffici divini erano frastornati dal rumoreggiamento del popolo, il quale veniva in piazza presso la Torre dell'Orologio per comperare li commestibili (stantecchè la porta d'essa chiesa riferiva immediatamente sulla piazza), perciò, al fine di togliere una tanta indecenza, la fece demolire.

E così il titolo di San Lorenzo, il fonte battesimale e tutte le altre cose spettanti alla parrocchia furono trasferite nella vicina basilica di S. Andrea, entro la prima cappella a destra in entrando la quale poscia da un Baldassarre della famiglia de' Preti fu fatta ornare da pitture". 

Sconsacrata, la chiesa decadde.

Essa divenne prima un magazzino e poi fu scoperchiata e trasformata in un giardino privato del ghetto ebraico.

La chiesa fu anche nascosta da delle case costruite di fronte ad essa, tanto che nelle vecchie foto di Piazza delle Erbe non si vede. 

Nel 1908, essa fu espropriata, fu liberata dalle sovrastrutture che ne occludevano la vista, fu restaurata e riaperta nel 1911.

Nel 1926, l'edificio fu riaperto al culto cattolico, a cui ancora oggi è adibito.

Da quello che emerge dal brano del libro dell'Amadei, prima della Rotonda di San Lorenzo vi era un tempio pagano.

Da quello che so, il tempio in questione era dedicato a Diana Lucifera.

Stando al libro dell'Amadei , anche il tempio fu a pianta circolare (come ho scritto prima, gli edifici a pianta circolare erano presenti anche prima del Medio Evo) e con l'avvento del Cristianesimo fu convertito in chiesa.

Tuttavia, l'edificio attuale risale al 1083.

Probabilmente, l'edificio preesistente fu demolito e quello attuale fu costruito sulla pianta originale, con la funzione prima descritta di chiesa per la meditazione e forse come chiesa per i Cavalieri Templari. 

Le chiese medioevali sono veri e propri "libri di pietra".

Basta stare attenti per leggerli.

 

 



« Indietro